Come impariamo la tecnologia

Scolaresca in gita al circolo /ROOT per imparare le nuove tecnologie sperimentando e giocando

A conclusione delle attività di coding svolte anche nel corrente anno scolasico, questa mattina gli alunni della classe 3^ della Scuola Primaria di Cusercoli accompagnati dalle insegnanti Marina Milanesi e Elisabetta La Manna si sono recati al circolo /ROOT di San Pietro in Guardiano dove hanno potuto immergersi nella tecnologia di ieri, di oggi e di domani grazie ad esperienze dinamiche che li hanno visti protagonisti attivi che hanno permesso loro di osservare, costruire, “viaggiare” e giocare.

La visita è iniziata con un salto nel passato grazie sia all’esposizione delle vecchie glorie dell’informatica degli albori come VIC20, Commodore 64, Amiga, ZX Spectrum e tanti altri cimeli che hanno segnato la storia dei computer casalinghi degli anni ‘80 e buona parte degli anni ’90, sia a quella della computer grafica. Successivamente, guidati da Gianluca Rossi e Roberto Perini, i bambini hanno potuto osservare due stampanti tridimensionali in funzione e comprenderne il funzionamento dalla progettazione alla realizzazione del modello fisico. Nel laboratorio di robotica condotto da Davide Caminati hanno costruito, utilizzando materiali di facile reperibilità, un piccolo drone capace di muoversi in modo autonomo e di tracciare disegni casuali sulla carta.

L’esplorazione della realtà virtuale e aumentata, guidata da Lamberto Tedaldi, li ha accompagnati in un viaggio coinvolgente ed emozionante effettuato sia con dispositivi più semplici ed economici come i google cardboard, sia con visori più sofisticati e professionali come l’HTC Vive che permette di immergersi in mondi tridimensionali. L’uso di Google Earth li ha portati a “volare virtualmente” sopra il nostro pianeta esplorando i luoghi sconosciuti e lontani.

Il retogaming, condotto da Clelio Rossi, ha portato i bambini indietro nel tempo facendoli giocare con alcuni classici dell’intrattenimento computerizzato come Donkey Kong, Pacman, Breakout, per poi proseguire con un assaggio di futuro mediante il simulatore di guida dove hanno provato la sensazione reale di pilotare un’auto da rally sui circuiti più famosi.

In questa mattinata intensa ricca di esperienze nuove e coinvolgenti proposte in modo giocoso, in un clima socializzante e collaborativo non poteva mancare una merenda a tema con “nutellini Pacman” per tutti, così buoni che sono andati a ruba!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.